“Napoli, la città della giovinezza, attendeva Parthenope e Cimone; ricca, ma solitaria, ricca, ma mortale, ricca, ma senza fremiti. Parthenope e Cimone hanno creata Napoli immortale.” Matilde Serao

Eccomi con un nuovo appuntamento della rubrica Letteratura italiana tra Ottocento e Novecento. Oggi protagonista è una donna dal cuore napoletano.

Matilde Serao

matildeserao

 

Matilde Serao (Patrasso, 1857 – Napoli, 1927) fu una scrittrice e giornalista italiana. Il suo primo libro, la raccolta di novelle Opale, è del 1878. Trasferitasi a Roma nel 1882, Matilde Serao consolidò l’attività giornalistica già avviata a Napoli, allargando l’ambito delle collaborazioni a importanti testate come ‘Capitan Fracassa’, la ‘Nuova Antologia’, il ‘Fanfulla della domenica’ e la ‘Cronaca bizantina’. In questo periodo ebbe rapporti di amicizia con scrittori come Giovanni Verga e Giuseppe Giacosa e con giornalisti come Ferdinando Martini ed Edoardo Scarfoglio, che sposò nel 1885. La loro attività giornalistica fu molto intensa e culminò nel 1892 con la fondazione del quotidiano ‘Il Mattino’ (vedi approfondimento in fondo all’articolo).

La scrittrice pubblicò ben venticinque volumi di novelle e sedici romanzi. Questa sua variegata letteratura romanzesca si dispone su due versanti. La produzione sentimentale venne inaugurata da Cuore infermo (1881), ma fu Fantasia (1883) a ottenere un’approvazione quasi unanime. L’indirizzo di scrittura di impronta documentaria ha due titoli emblematici: Il ventre di Napoli (1884) e Il paese di cuccagna (1890), crudi e suggestivi ritratti di Napoli. Il mondo della vita culturale della città è invece raffigurato soprattutto in La conquista di Roma (1885) e in Vita e avventure di Riccardo Johanna (1887). Alcuni racconti sono particolarmente riusciti, come La virtù di Checchina (1884) e O Giovannino, o la morte (1889), molto apprezzato dalla grande scrittrice Anna Maria Ortese.

Romba, romba il Vesuvio, proprio su noi, proprio su tutti noi: alto è l’incendio del cratere, oramai, nella sera che discende; si erge, spaventosa, innanzi a noi, la duplice massa bruna e mostruosa delle due lave immote: ardono, esse, profondamente, le lave; e, intanto, una pazzia è nelle persone, popolani, contadini, signori, indigeni, napoletani, stranieri, come una tragica gazzarra è intorno a quel paesaggio di tragedia, fra il pericolo appena scongiurato di questa notte, e il pericolo imminente di domani!

Opere

  • Canituccia
  • Alla scuola
  • Un’isterica in collegio
  • Caterina tradita
  • Il figlio della giornalista
  • Terno secco
  • L’estrazione del lotto
  • Donna Caterina e Donna Concetta
  • Le tre sorelle
  • Il dichiaramento
  • Due monache nel mondo
  • Cristina
  • Nel paese di Gesù
  • Vicenzella
  • La monaca e la «casa chiusa»
  • Suor Giovanna della croce
  • Chiarastella la fattucchiara
  • Novelle sentimentali
  • Opale (1878)
  • Cuore infermo, racconto (1881)
  • Fantasia, romanzo (1883)
  • Piccole anime (1883)
  • Il ventre di Napoli (1884)
  • La virtù di Checchina (1884)
  • La conquista di Roma (1885)
  • Telegrafi di Stato (1885)
  • Il romanzo della fanciulla (1886)
  • Vita e avventure di Riccardo Johanna (1887)
  • O Giovannino, o la morte (1889)
  • Addio amore (1890)
  • Il paese di cuccagna, Milano, Treves (1891)
  • Leggende napoletane, E. Sarasino (1891)
  • Castigo (1893)
  • Gli amanti pastelli (1894)
  • La ballerina (1899)
  • Dal vero, Milano, Baldini & Castoldi (1905) – Versione digitalizzata
  • Storia di due anime

 

Critiche importanti

 

  • Benedetto Croce in un saggio del 1903: «fantasia mirabilmente limpida e viva».
  • Giosuè Carducci la giudicò «la più forte prosatrice d’Italia».

 

 

 

Approfondimenti

 

 

995

Il Mattino è un quotidiano fondato a Napoli nel marzo 1892 da Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao. Negli anni ha mantenuto il primato di primo quotidiano della Campania per numero di copie e diffusione tra i lettori.
Secondo i dati Audipress 2011, con 975.000 lettori, è il quotidiano d’informazione più letto dell’Italia meridionale ed il sesto (dopo il Corriere della Sera, la Repubblica, La Stampa, Il Messaggero e Il Sole 24 ore) più letto dell’intero Paese.
La sede del giornale è dal 1955 in via Chiatamone 65, di fronte all’ingresso occidentale della galleria della Vittoria.

Storia recente

Il Mattino ha vissuto il suo periodo d’oro negli anni ottanta, durante i quali la Società Sportiva Calcio Napoli, trascinata da Diego Armando Maradona, vinse il campionato italiano di calcio due volte, nel 1987 e nel 1990. In quel periodo raggiunse il record di tiratura, pari a 180.000 copie.
Attualmente, la vendita media giornaliera è di circa 82.000 copie. Negli ultimi anni il giornale ha però subito una perdita netta di oltre 30.000 copie vendute, anche a causa della comparsa sul mercato di altri quotidiani che si occupano in maniera approfondita di Napoli e della Campania, da Cronache di Napoli a Il Denaro, da Napolipiù a Metropolis per restare nella sola provincia di Napoli, oltre ovviamente al Corriere del Mezzogiorno e alla versione partenopea di la Repubblica.
Il 23 luglio 2009, dopo sette anni, Mario Orfeo lascia la direzione del giornale per passare a quella del Tg2, e in seguito quella del Il Messaggero e del Tg1.
Dal 5 agosto 2009 al 10 dicembre 2012 l’incarico è di direttore è stato affidato a Virman Cusenza, che di fatto da vicedirettore viene promosso a direttore della testata..
Il 10 dicembre 2012 con il passaggio di Cusenza alla direzione de Il Messaggero verrà nominato Alessandro Barbano come nuovo direttore del giornale partenopeo.

Premio G. Siani

Dal 2004 Il Mattino è l’ente promotore del Premio Giancarlo Siani, intitolato al giovane giornalista partenopeo ucciso dalla camorra nel 1985, proprio a causa dei suoi articoli pubblicati su Il Mattino.

On-line

Dal 24 novembre 2008 Il Mattino ha dato il via alla pubblicazione on-line del quotidiano, con aggiornamenti in tempo reale sulle notizie della regione e su quelle nazionali e mondiali. Un sito internet in grado di raggiungere napoletani e campani sparsi per il mondo. Attualmente, secondo i dati diffusi dall’Audiweb, il sito internet del Mattino è il più letto quotidianamente in Campania ed è uno dei principali canali di comunicazione on-line del Sud Italia.

Fonti: Encarta, Wikipedia
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...